Il laboratorio nell'inverno 2018 - 2019

0 Comments
La nostra casa dopo i primi piccoli interventi
La mia amica Sonia è appena partita lasciandoci ancora una volta le sue bellissime storie...Era stata qui all'inizio della raccolta delle olive, i primi di ottobre 2018. Per noi è stata una grande opportunità poterla ospitare nuovamente (questa volta con Giosuè) dopo il primo inverno passato interamente qui. Sonia è e sarà un elemento molto importante del laboratorio che qui vogliamo realizzare e quindi le sue visite e i suoi racconti sono dei contributi molto preziosi. Grazie Sonia!
Il Primo Maggio a Portella delle Ginestre
Nei primi giorni di dicembre 2018 abbiamo iniziato a pensare un po' alla casa e con l'aiuto di Pino e di Antonio, le cementine di Diluvio e la mano decisa di Saverio la casa si è un po' vestita e preparata per il lungo inverno che ci aspettava. Tanti piccoli lavori per evitare di essere travolti dall'acqua e dal vento, dal freddo, le stufe, la veranda...Qui a Menfi le persone l'inverno lo passano nelle case in paese, noi vogliamo passare qui in campagna tutto l'anno.
Davanti alla nostra casa c'è una bellissima cisterna che serviva per raccogliere l'acqua piovana. Saverio voleva ripristinarla per farci confluire l'acqua dai tetti. Occorreva quindi capire se la cisterna era ancora utilizzabile. 

 La cisterna è grande e bellissima con la volta tutta a mattoni ma purtroppo le radici del grande ficus hanno bucato le pareti. Per poterla utilizzare servirebbe un lavoro enorme di ripristino e molti soldi. Abbiamo quindi deciso di lasciare stare e inoltre di evitare il passaggio delle macchine creando una specie di isola pedonale sopra la cisterna.
Tuttavia i lavori ci hanno regalato uno spazio che ci ha reso davvero piacevoli molte ore invernali.



L'inverno è anche il tempo delle potature degli ulivi, un lavoro impegnativo che richiede occhio, pazienza e professionalità. Noi abbiamo circa 300 alberi grandi e piccoli da potare. Senza Antonio Bivona ci saremmo davvero persi.

Quando a gennaio nella vicina Fattoria Lombardo è stato organizzato un corso per la potature rispettosa dell'ulivo ci siamo iscritti subito e sono stati due giorni davvero interessanti e istruttivi. Ma forse la cosa più bella era la presenza di tante persone diverse unite da una grande stima per questi alberi meravigliosi e la loro capacità di produrre. Una esperienza che non basterà per diventare bravi ma abbiamo capito molte cose che cercheremo di applicare
Comunque l'inverno è decisamente il tempo migliore per studiare! E noi abbiamo davvero ancora tanto da studiare! Saverio a gennaio aveva concluso il corso per imprenditore agricolo professionale, una sorta di formazione d'obbligo per poter gestire una azienda agricola. Ma quello che ci interessa di più è capire cosa possiamo fare per migliorare passo dopo passo la qualità dell'olio che produciamo.
Avevamo scoperto un ufficio della Regione Siciliana  - una unità operativa specializzata in olivocoltura e culture mediterranee a Sciacca gestito da persone straordinarie e tecnicamente molto preparate che cercano di tutelare e valorizzare la biodiversità olivicola siciliana lavorando a sostegno anche di noi produttori effettuando gratuitamente le analisi e organizzando percorsi di studio. Damiano Licata  tra altro assaggiatore qualificato ci aveva già coinvolto in un progetto europeo per la ricerca e la valorizzazione dei polifenoli contenuti nell'olio, Aristoil, molto interessante.  E così quando AGRISANA - cooperativa tra produttori di Sciacca -  in collaborazione proprio con l'ufficio regionale organizza un corso per assaggiatori decidiamo di partecipare. Sono state 40 ore e soldi ben spesi! Abbiamo imparato tantissimo da molti qualificati interventi e assaggiando 20 oli diversi per riconoscere difetti e pregi. Un corso bellissimo!
Grazie al corso abbiamo conosciuto molti colleghi produttori, sicuramente più esperti di noi tra cui anche Leonardo Cannata che a Contessa Entellina insieme alle figlie gestisce l'azienda agricole Le sette Aje  che produce vino e olio extravergine di oliva. La sede operativa dell'azienda è a Santa Margherita Belìce dove Leonardo Cannata ha anche un ufficio di consulenze agricole. Subito dopo il corso abbiamo chiesto a lui se poteva seguirci e dopo una approfondita visita a tutte le nostre colture con nostro grande piacere abbiamo potuto stipulare un contratto di consulenza.  Ora abbiamo con chi discutere, analizzare le difficoltà, Leonardo ci consiglia, non siamo più soli. 
L'anno scorso abbiamo deciso di iniziare la conversione alla produzione biologica. Vogliamo coltivare nel rispetto pieno del suolo e degli alberi, non vogliamo usare sostanze e pratiche dannose, vogliamo capire come sostenere le energie naturali delle piante affinchè riescano a reagire alle condizioni avverse. Ma gli enti di certificazione non fanno nessuna consulenza, la maggioranza dei coltivatori pratica l'agricoltura tradizionale e noi abbiamo bisogno di chi ci segue. Leonardo è sempre disponibile, segue le piante e tutti i nostri dubbi. Siamo davvero contenti. 

E così zappiamo, trinciamo, disinfettiamo i tronchi degli agrumi e osserviamo tutti i giorni i nostri alberi che lavorano anche d'inverno.
Ora la primavera è arrivata anche se con ritardo e anche se fa ancora freddo. Sonia e Giosuè sono ripartiti e ci hanno lasciato tanta energia. Qui alcune foto se volete
L'erba cresce, la vigna è da zappare....a presto!!!!




















You may also like

Nessun commento:

Powered by Blogger.

Post in evidenza

Come e perchè abbiamo iniziato ad occuparci di olive e di olio extravergine

Oltre 10 anni fa durante una visita ai genitori di Saverio Ciaccio a Menfi abbiamo iniziato a mettere in moto un processo che oggi ci pre...