L'evento di presentazione dell'olio Ciaccio a Berlino
E il primo dicembre insieme al nostro olio anche noi siamo arrivati a Berlino, invitati insieme a molti artisti da Stefan Ruf e Lydia Karstadt alla Galleria Crystal Ball. Tutte le lattine dell'olio nuovo erano state spedite nella Schoenleinstrasse dove i clienti sarebbero venuti a prenderli, ad assaggiare l'olio e dove un gruppo di artisti esponevano le loro idee sul tema SUPEROLIVE!
L'etichetta spiritosa per una bottiglia tutta speciale
L'invito parlava del significato storico dell'oliva, di Menfi, della Sicilia e anche della cooperativa Cantine Settesoli che da tanti anni con più di 2000 piccoli contadini produce un ottimo vino. Saverio è socio (come lo era il padre) e la cantina aveva gentilmente sponsorizzato l'evento a Berlino inviando 2 casse di ottimo vino della Mandrarossa. E' stata davvero una serata bellissima!
La vetrina della Galleria Crystal Ball
Al centro della piccola galleria le lattine attendevano i loro proprietari, le opere in vendita erano davvero particolari, gli artisti simpaticissimi, il vino ottimo e poi la musica: una canzone per la SUPEROLIVE, un blues dei lavoratori del cottone...

Mireille&Matthieu, Manfred Kirchner, il proprietario della galleria e tutte le altre artiste e artisti ci hanno fatto vedere il nostro lavoro attorno all'oliva e all'olio in un modo totalmente nuovo!
Particolare piacere ci ha fatto la partecipazione di Vito Neto Masi di Burgio (AG) con una sua opera sul tema. 
Vito Neto Masi - Federico
Tante persone, interessate, curiose, intelligenti in una piccola galleria che non soltanto offre uno spazio di qualità a numerosi artisti ma costituisce un luogo di grande importanza e qualità in un quartiere di Berlino che rischia oggi di essere abbandonato dagli abitanti che ci vivono da tanto tempo perchè i valori immobiliari salgono!
1. dicembre 2017 Gallerie Crystal Ball Berlin
Noi ringraziamo molto, a tutti gli artisti, Stefan Ruf und Manfred Kirchner per questa grande opportunità per noi e per l'Olio Ciaccio.


L'etichetta tedesca
Infatti, da ormai molti anni l'olio Ciaccio dopo aver riposato un po' parte in lattine da 5 litri per alcune destinazioni in Germania. Innanzitutto Colonia dove Edith e Alberto in 10 anni di lavoro hanno fidelizzato un bel gruppo di amici del nostro olio.

le lattine

E poi c'è Berlino dove Stefan Ruf dopo il viaggio di qualche anno fa di cui qui abbiamo raccontato cura un gruppo di persone che hanno imparato ad apprezzare il nostro olio.
Quest'anno l'olio ha viaggiato con Passalacqua


E poi c'è Monaco di Baviera, da quest'anno, e naturalmente i clienti affezionati italiani. Il mese di novembre è dedicato a fare le analisi dell'olio, preparare le etichette, ordine le lattine e le scatole, e poi travasare l'olio nelle lattine.




Un lavoro un po' pesante ma anche di grande soddisfazione. 
Gli ordini continuano ad arrivare. Si preparano le fatture, si scrivono le mail, tutto deve essere perfetto prima che partono i pianali per le diverse destinazioni.
E poi si aspetta....l'olio arriverà...sarà danneggiato?
E nel frattempo bisogna lavare le reti...un altro lavoro davvero terribile!
Lavare le reti per l'anno prossimo!
Avviate le spedizioni, lavate le reti siamo partiti anche noi con il furgone per portare l'olio ai clienti italiani in Umbria, Lazio, Toscana e Abruzzo. E da Roma sono partite altre lattine nelle regioni più lontane. Un mese (un altro mese) davvero impegnativo!


La vista da Agareni

Le giornate di ottobre sono stupende, calde ma non troppo! I fiori e i frutti che si possono raccogliere mente si lavora in campagna sono tantissime!
I fichi d'India
I melograni

Dolcissimi
La varietà è tanta e ogni albero porta un peso davvero impressionante e poi le banane....buonissime!
davvero squisite!!!!!

I cachi enormi, dolci, dissetanti e nutrienti


E le arance cominciano ad essere visibili e gustose


Insomma, ci si ubriaca di colori, odori, gusti, di sole, vento...una terra ricchissima! Il 30 ottobre abbiamo finito la raccolta delle olive" E' stato un anno straordinario! Le olive erano bellissime, sculture! 


Con le mani
e le reti
Abbiamo iniziato il 10 ottobre, le olive erano pronte, il tempo era perfetto e avevamo 3 aiutanti speciali, venute dalla Germania per imparare! Con le nuove terre inoltre non riuscivamo a calcolare quanto tempo avremmo impiegato per raccogliere i frutti di oltre 300 alberi. Ogni giorno riuscivamo a lavorare dalle 7.00 alle 17.30 per poi andare al Mulino, come anche nel 2016 al Frantoio Li Petri e attendere il turno per molire. 
Dalle ceste piccole a quelle grandi
e poi al frantoio
la spremuta fresca
la prima bottiglia
Forse è proprio quel processo che rende così straordinaria la raccolta delle olive, si passa dagli odori e i colori degli ulivi, lo stare in mezzo agli alberi, accarezzare le olive, la fatica della stesura delle reti e del trasporto, dalla pesatura delle olive raccolte fino all'incredibile intensità  dell'odore e del sapore dell'olio appena spremuto e il peso del prodotto finale, in meno di 24 ore. E' una grande fatica ma anche un grande piacere, collettivo, sui campi e nel frantoio!
Un grande grazie a tutti gli aiutanti!!!!


Una grande emozione per una grande chiave, tanto caldo e tanto lavoro da fare ...così siamo arrivati accompagnati da Edith e Alberto alla fine di luglio, da Perugia, con un furgone pieno dei primi mobili che dovevano aiutarci a vivere ad Agareni l'estate.
Un po' accampati

Ma contenti
Il tempo di conoscere i vicini che ci accolgono con varie prelibatezze, di ammirare gli uliveti, gli alberi di frutta, i fiori il programma di lavoro si avvia innanzitutto con l'eliminazione dell'amianto che purtroppo si trovava sul tetto della parte distrutta della casa. Subito impariamo che d'estate per poter lavorare nonostante il caldo  si inizia alle 5 della mattina perchè dopo le 10.00 diventa davvero dura.
L'impianto di irrigazione
Abbiamo lavorato 10 giorni e speso un bel po' di soldi per dotare i nostri ulivi di un impianto di irrigazione che li permettesse passare bene l'estate. Scavi e tubi, tubicini ma infine è stato un piacere vedere come gli alberi godevano. Sì l'acqua c'è in Sicilia e dobbiamo tutti ringraziare a Danilo Dolci e le lotte dei contadini degli anni '50 e '60 del secolo scorso. L'acqua qui a Menfi arriva su tutti i campi. Ci si collega con i propri tubi e si va a chiedere l'acqua al Consorzio. L'Acqua viene aperta per 4/5 ore a secondo del bisogno le piante godano.
E infine funzionava 
 Il mese di agosto 2017 è stato davvero caldo, caldissimo e ho imparato che proprio d'estate ci sono tante cose da fare e rimane poco tempo per andare al mare. Ci sono i frutti, tanti frutti, i pomodori e bisogna lavorare per l'inverno, la salsa, le marmelate. Di notte si dorme poco perchè fa caldo ma il paesaggio è straordinario, tutti lavorano e di sera si sta insieme, al fresco.
Gente davvero bellissima, sempre vicini con buoni consigli!



Da quando Vito Ciaccio si era ammalato gravemente e non poteva più seguire i suoi alberi per noi era davvero diventato difficile dividerci tra Roma, Perugia, i diversi lavori in giro per il mondo e ...Menfi e l'olio extravergine d'oliva. Dovevamo decidere se continuare la nostra vita solita oppure trasferirci in Sicilia per dare continuità al lavoro del padre di Saverio, per continuare ad offrire ai nostri clienti l'olio che avevano imparato ad apprezzare.
La raccolta 2016 era stata particolarmente impegnativa ma anche piacevole per noi; avevamo fatto amicizia con la famiglia del frantoio Li Petri e con tanti altri giovani e meno giovani contadini.

Subito dopo la raccolta la decisione era presa e ci siamo messi a cercare una casa e altre terre, altri ulivi. Una grande decisione! A febbraio del 2017 l'abbiamo trovata ad Agareni una contrada di Menfi sulla strada provinciale per Partanna a 1,5 km dal paese.


Dalla bella piazza davanti alla casa si vede il mare e qualche volta si intravede Pantelleria.  Da un lato e dall'altro della casa si estendono 2 uliveti. Insomma, pur sapendo che c'erano un sacco di lavori da fare abbiamo pensato che potesse essere il nostro luogo, il luogo giusto per il nostro progetto. L'albero sulla piazza è stato sicuramente determinante per la nostra scelta.
Presa la decisione e firmato il contratto preliminare con i proprietari è iniziato un 2017 molto impegnativo. Si trattava di vendere e smobilitare 2 case e due vite per costruire passo dopo passo un progetto nuovo, a Menfi in Sicilia.
Powered by Blogger.

Post in evidenza

Come e perchè abbiamo iniziato ad occuparci di olive e di olio extravergine

Oltre 10 anni fa durante una visita ai genitori di Saverio Ciaccio a Menfi abbiamo iniziato a mettere in moto un processo che oggi ci pre...